Staffordshire Bull Terrier Staffordshire Bull Terrier

 

Available

Home Page
Preferiti
RSS Aelgifur Kennel RSS Aelgifur Kennel
Emailaelgifur@gmail.com

Emailm.mirella2012@gmail.com

 

Music

 

Blog Aelgifur Kennel

Blog Aelgifur Kennel
Visitate il nostro Blog Aelgifur-Kennel sito tematico, dedicato interamamente allo standard delle nostre razze: Lo STAFFORDSHIRE BULL TERRIER e BOULEDOGUE FRANCESE. Inviate le vostre e.mail a: aelgifur@gmail.com

 

Addestramento Addestramento

 

In Memory In Memory

 

Tips

 

Da vedere

This is alternative content Aelgifur Kennel Intervista

Leggete l'intervista realizzata da Inseparabile.com ai propritari di Aelgifur Kennel. Inviate le vostre e.mail a: aelgifur@gmail.com

This is alternative content Aelgifur Kennel Bruno Sarandrea

Visitate il sito: Brunosarandrea.com Istruttore Cinofilo Qualificato

 

Desktop Aelgifur Kennel

Blog Aelgifur Kennel
Scaricate il desktop di: León

Blog Aelgifur Kennel
Scaricate il desktop di: Lord

Comportamentalista Cinofilo

Comportamentalista
I PROBLEMI COMPORTAMENTALI DEL CANE

Nel suo viaggio accanto all'uomo, il cane è stato un ausiliario prezioso in vari ruoli,come cacciatore, difensore di beni e persone, pastore sia nella veste di conduttore che in quella di custode degli armenti.

Ancora oggi il cane svolge queste mansioni, forse in misura minore rispetto al passato, perché dopo l'industrializzazione e successiva urbanizzazione della società umana, il suo ruolo principale è diventato quello di animale d'affezione o di pet per usare un inglesismo oggi molto di moda.


Vivendo in città, che non è proprio il suo habitat ideale, dove il suo quotidiano è fatto (in molti casi,ma non sempre per fortuna) di scarsa relazione con i propri simili, di ore passate in casa ad attendere il ritorno del proprietario,del districarsi in casa e nelle passeggiate (per lo piu' igieniche) tra mostri di vario tipo piu' o meno rumorosi come elettrodomestici, automobili, mezzi pubblici, cassonetti dell'immondizia e quant'altro, e nei casi  più sfortunati di una relazione non proprio ottimale con il suo proprietario.

In questa situazione poco idilliaca, che il cane accetta per l'amore che da sempre nutre verso l'uomo, si possono presentare dei problemi comportamentali.


UN PROBLEMA COMPORTAMENTALE, per esempio, lo sporcare in casa, saltare addosso, scappare, abbaiare, distruggere ,scavare, mordere, rubare le cose, tirare il guinzaglio, azzuffarsi, può nascere per cause di diversa natura o per concause.

Possiamo configurare quattro tipologie di problemi comportamentali, proprio, improprio, indotto, derivato.


Sabatino Esposito

SI DEFINISCE PROBLEMA PROPRIO: il comportamento anomalo che il cane manifesta  pur trovandosi all'interno di una corretta situazione educativa gerarchica.

Può presentarsi in qualsiasi momento della vita del cane e senza che i proprietari ne conoscano il motivo scatenante (un cane che viene traumatizzato da un evento insolito durante l'assenza dei proprietari,questi troveranno al loro ritorno un animale che al ripetersi dell'evento dimostrerà atteggiamenti mai esibiti prima ed apparentemente immotivati).


SI DEFINISCE PROBLEMA INDOTTO: il comportamento anomalo dovuto ad errata od insufficiente socializzazione e/o educazione.


SI DEFINISCE PROBLEMA DERIVATO: il comportamento conseguente a patologie in corso o ad una cattiva condizione fisica.Si inseriscono in questa fascia anche i comportamenti modificati dalla vecchiaia.

In base all'esperienza ed a studi statistici il 90% dei problemi comportamentali sono indotti, il 5% impropri, la rimanente percentuale è imputabile a quelli propri e derivati.


SABATINO ESPOSITO, Educatore-Comportamentalista cinofilo iscritto A.P.N.E.C.

Per contattare Sabatino: kirone60@alice.it

 

Bibliografia

Dal libro "Dalla psicologia canina alla pet-therapy" - Ed. ALTEA, 2005 di LUIGI POLVERINI

Luigi Polverini

Cambio "casa" Oggi sono venuti a prendermi i mie nuovi proprietari. Hanno guardato i mie fratelli, me e sono rimasti li indecisi su chi scegliere. Io li ho aiutati andando loro incontro e salutandoli gioiosamente. Li ho chiamati con il mio famoso "abbaio festoso" ed hanno subito capito, mi hanno preso in braccio e scelto, credo che andremo d'accordo e che non ci vorrà molto a spiegargli come ci si comporta e sicuramente impareranno velocemente. Quanta gente intorno a me! sono quattro e tutti mi accarezzano e mi parlano. Sarà necessario insegnarli il mio linguaggio, altrimenti non riusciremo a capirci. Quando li avrò conosciuti di più ve li presenterò. Credo sia arrivato il momento dei saluti. Finalmente conoscerò la mia nuova casa... Mi stanno portando verso una strana gabbia dove tutti entrano e si mettono seduti. Quale sarà il mio posto? il portabagagli? il sedile posteriore? una scatola? le braccia di uno di loro? Sono stato fortunato, mi trovo in braccio alla mamma e seguito a ricevere tante carezze. Cosa succede? perché questa gabbia comincia a muoversi e mi sento così strano? sarà meglio che chieda aiuto ai miei nuovi padroni. E' un po' che abbaio e guaisco ma loro continuano ad accarezzarmi e non mi dicono cosa succede anzi, più abbaio e più mi accarezzano. E' evidente che nel loro mondo è così che si ottengono attenzione e carezze. Bene ora ho capito: abbaierò più forte. Siamo arrivati (o almeno credo) a casa. E' stato un viaggio stressante, pieno di rumori e di suoni che non avevo mai sentito, che orrore! Spero proprio di non dovere rimontare più su questa strana gabbia. La casa non è male, dopo l'analizzerò accuratamente ma adesso devo proprio andare in bagno, dopo tutto quello stress! Visto che nessuno mi indica dov'è, immagino che qui si possa fare ovunque. Che strane abitudini hanno questi nuovi proprietari!

AAAh. Ora mi sento meglio e posso iniziare ad ispezionare la casa, sempre che ci riesca visto che come faccio un passo tutti mi sono intorno per accarezzarmi, non che mi dispiaccia ma, sapete, ognuno ha le proprie esigenze. Sono riuscito finalmente a vedere buona parte della casa, non che sia stato facile ma alla fine ci sono riuscito anche se alcune stanze sono rimaste chiuse e tutti si affannavano a dirmi cose che non comprendevo, alla prima occasione però vi prometto che indagherò a fondo in questi luoghi. La cosa che mi ha colpito maggiormente è la presenza di tanti oggetti che non ho mai visto prima: chissà cosa saranno. Sicuramente i miei nuovi proprietari mi spiegheranno tutto.. o almeno spero. Sono passate ormai parecchie ore e debbo dire che qui si sta veramente bene. Il cibo è buono, ricevo tantissime coccole, gioco quando ne ho voglia e non mi dicono mai di no, basta che mi avvicini ad uno di loro e subito tutti sono attenti a capire cosa voglio. A dire il vero non sempre ci riescono ma sono sicuro che con un po' di pazienza riuscirò a spiegarmi meglio. Credo proprio che sia giunta nuovamente l'ora del pasto, almeno a giudicare dalla mia fame, e poi tutti a nanna. Chissà dove dormiremo , non ho visto cucce grandi abbastanza da contenerci tutti come facevo quando vivevo con la mamma ed i miei fratelli ma forse sono in una delle stanze proibite. Strano, è da un po' che non vedo i due più giovani ma non mi preoccupo, i presenti mi stanno riempiendo di coccole anzi in questo momento me ne stanno facendo tantissime e mi parlano, mi dicono cose che io non capisco ma sicuramente sono piacevoli e mi hanno messo su un cuscino veramente morbido, si è proprio brava gente! Sono 5 minuti che sono solo, credevo che fosse un nuovo gioco, ora comincio ad avere paura e vorrei andare a dormire, sarà meglio che li chiami e mi riunisca al branco per la notte. Arrivano, c'è voluto un po' ma alla fine mi hanno sentito... sarà meglio che mi prepari ad andare con loro. Non ci crederete ma invece di essere contenti di essere di nuovo insieme hanno cominciato ad abbaiare più di me e dopo strani gesti sono andati via di nuovo. Saranno animali sociali anche loro o no? Debbo iniziare a preoccuparmi? Forse non hanno capito che voglio. Si, mi sembra la cosa più logica. Proverò a spigarmi meglio. Bene, dopo 5 tentativi sono finalmente riuscito a fargli capire che si dorme tutti insieme. Avrei preferito stare nella loro "cuccia" ma anche la stessa stanza per ora va bene, al resto ci penserò domani. Ho capito che dovrò avere molta pazienza con loro.